Eventi 2016

La Santa Lucia Nera

 

L'evento vuole ricordare. a un secolo di distanza, i tragici eventi del 13 dicembre 1916, giorno in cui a causa delle numerose valanghe perirono migliaia di persone, soldati, ma anche civili.

Una tragedia che accomuna Peio, Vermiglio e tante valli alpine.

Domenica 11 dicembre ore 16

Sala Congrassi Parco Nazionale dello Stelvio Cogolo di Peio

LA SANTA LUCIA NERA

In un suo aforisma Goethe dice che l’uomo si dimentica in fretta delle catastrofi naturali come una donna, subito dopo la nascita di un figlio, si dimentica dei dolori del parto.

Ed è proprio così, in pochi sanno di quello che è avvenuto nella notte di Santa Lucia del 1916: in ventiquattro ore erano caduti più di due metri di neve e, molto probabilmente a causa di una scossa di terremoto, si sono staccate quasi contemporaneamente centinaia di valanghe su tutto l’arco Alpino.

Eravamo in piena guerra, e migliaia di soldati si trovavano in montagna a presidiare i confini. Si dice che solo in quella notte ci furono migliaia di morti a causa delle valanghe fra cui anche civili.

Per fortuna, in soccorso della poca memoria degli uomini, ci sono libri, come il diario di Don Bevilacqua parroco di Peio in quel periodo, o i racconti Tranquillo Veneri raccolti nel libro “Frammenti di storie Cogolesi” . In questi scritti si parla di quella tragica giornata che passerà alla storia come “La Santa Lucia Nera”.

Don Bevilacqua racconta che, a causa delle notevoli esigenze militari di legname, venne tagliato il bosco sopra il paese di Peio. Quel bosco detto “Gac'” che, fin dai tempi della carta di Regola di Peio, veniva conservato a protezione del paese e dove non si potevano tagliare le piante. In quella sera una valanga si staccò dal versante sopra il paese; arrivò nell’abitato distruggendo una casa e due fienili. Vi furono due morti e diversi feriti oltre a molti bovini morti sepolti nelle stalle.

Tranquillo Veneri ci racconta della tragica fine di Elena e Filomena Santini morte nel loro maso in località Col de Val in Val della Mare, e di Angelina, che per un caso fortuito, non si trovava con loro.

 

Canella Piergiorgio

 

 

 

 

 

Smalgada

Domenica 11 settembre

Cogolo

Il rientro delle mucche da Malga Pontevecchio si festeggia con una coloratissima sfilata per le vie del paese.

Si rinnova la sfida fra i piccoli borghi con il “Palio delle frazioni”: una serie di prove incentrate sui lavori contadini fra le squadre che rappresentano i cinque paesi della Val di Peio.

 

 

Féra de Cogol

Sabato 10 settembre

Cogolo

Mostra e valutazione dei bovini con l’elezione di Miss Val di Peio a quattro zampe.

Durante l’intera giornata mercato per le vie del paese.

 

 

Raccolta del lino

Sabato 10 settembre ore 10.00 -12.00

Cogolo – località Planet

Al suono della fisarmonica si raccoglie il lino estirpandolo dalla radice, si scoccola per separare i semi ...

Con gli steli si preparano i fasci che vengono posti in un prato a macerare per preparare la fibra alle successive fasi di lavorazione.

 

 

La Tosada

Giovedì 8 settembre ore 12.00 -17.00

Peio Paese

Come ogni anno, ormai da secoli, si ripete la tradizionale tosada del gregge. Il paese risuona di campanelli e belati, pecore che riconoscono i luoghi e piccoli agnelli che calcano le strade per la prima volta, allevatori che aspettano il gregge con ansia pronti per la tosada d’autunno, quella che dà la lana migliore.

I ristoratori del borgo propongono per l'occasione menù a base di carne di pecora.

Laboratori per la lavorazione della lana, musica, film-documentari e mercatini.

 

 

L'Ecomuseo tra musica, arte e cultura

Martedì 23 agosto ore 17.30

Cogolo - Chiesa SS. Filippo e Giacomo

Presentazione storico-artistica della chiesa a cura di Alberto Mosca. Intermezzi musicali :Camilla Caserotti alla tromba, Mauro Brusaferri all’organo

 

 

Ecomuseo in Piazza - Vecchi mestieri, antichi saperi

Giovedì 18 agosto ore 15.00 -19.00

Celentino

Artigiani e hobbisti con i loro mercatini. Laboratori per grandi e piccini. Dimostrazioni di vecchi mestieri lungo le vie del paese, allietati dalle note della fisarmonica di Giuliano, e ancora… tante leccornie.

 

 

Ecomuseo in Piazza - Batti il ferro finchè è caldo

Venerdì 12 agosto ore 15.00 -20.00

Comasine

L'Ecomuseo anima le vie del piccolo borgo di Comasine, culla dell’attività mineraria

Storie di miniere e minatori, dimostrazioni della lavorazione del ferro e del legno., accensione delle carbonaie e produzione del carbone di legna con i carbonai del Casentino.

Laboratori per realizzare segnalibri cesellando fogli di rame, per dipingere con colori ricavati da minerali, per realizzare il minatore con la lana cardata, e i racconti de “l’Om dele storie”

Visite guidate alla chiesa di S.Matteo. bancarelle di artigiani e hobbisti, musica, mercatini di prodotti locali e di associazioni di volontariato.

 

 

Il contadino che conobbe Battisti

Giovedì 11 agosto

Celentino- Casa dell'Ecomuseo ore 21.00

Presentazione del libro “Il contadino che conobbe Battisti , storie di inconsapevoli battaglie." Diario dalla grande Guerra a cura di Giordana Bonfanti e Ruggero Gionta

Gli autori, dopo aver custodito per anni il diario del nonno materno, hanno deciso in occasione del centenario della Grande Guerra, di raccontare questa storia unica e particolare Per non dimenticare le piccole grandi vicende della personi comuni, per non dimenticare che la guerra non è mai una soluzione.

 

 

Centrale Aperta

Giovedì 4 agosto ore 10.00 -17.00

Cogolo – località Pont

Visite guidate alla Centrale Idroelettica di Pont

ore 16 nel piazzale della centrale “dalla pianta al tessuto... dimostrazione della lavorazione del lino”

 

 

L'Ecomuseo tra musica, arte e cultura

Martedì 2 agosto ore 18.00

Cogolo - Chiesa SS. Filippo e Giacomo

Presentazione storico-artistica della chiesa a cura di Alberto Mosca. Intermezzi musicali :Camilla Caserotti alla tromba, Mauro Brusaferri all’organo

 

 

Ecomuseo in Piazza - Festa della tessitura

Giovedì 28 luglio ore 15 - 23

Cogolo

Al centro della manifestazione le donne dell’Ecomuseo, che sono ormai abili tessitrici e le fibre tessili locali: lana e lino.

Filare il lino è davvero così facile? Lo scoprirete seguendo la dimostrazione dal vivo “Dalla pianta al gomitolo...al tessuto” (la dimostrazione inizierà ad ore 21.00) .

Novità di quest'anno un'interessante proposta dall'ASUC di Cogolo: una dimostrazione di scultura del legno con la motosega.

Laboratori per grandi e piccini, dimostrazione lavorazione del legno, melodie con i violini di Maurizio Migazzi nella vecchia parrocchiale dei SS. Filippo e Giacomo

Lungo la via principale i colori delle tante bancarelle che espongono i prodotti degli artigiani e degli hobbisti locali.

 

Locandina.pdf

 

 

Camina e Magna en Val de Péi

Domenica 24 luglio

Cogolo – Peio

Partenze ore 8 – 10

La “Camina e Magna” permette di conoscere e apprezzare la nostra Valeta passeggiando e mangiando in compagnia: una rilassante camminata fra i borghi della valle che coniuga gastronomia, Paesaggio e Cultura.

 

El pan de 'na volta

Giovedì 14 luglio ore 14.00-18.00

Strombiano - Casa Grazioli

Un piacevole pomeriggio in cui vengono accesi gli antichi forni di Casa Grazioli per la cottura dei tradizionali "paneti de segala".

Si possono seguire le fasi di preparazione, lavorazione e cottura del pane: un tuffo nel passato. A seguire, nella piazzetta, viene distribuito il pane appena sfornato, fra il suono della fisarmonica e le bancarelle degli hobbisti.

 

 

Settimana "Viviamo l'Acqua" in Val di Peio

... all'imbrunire le fontane raccontano…

Giovedì 7 luglio ore 20.00 -22.00

Celledizzo

Il paese di Celledizzo vanta ben diciassette tra fontane, lavatoi e abbeveratoi, le più antiche sono in granito datate 1900; equamente distribuite sul territorio, a quel tempo soddisfacevano pienamente le primarie esigenze della Comunità. Tutte con il loro toponimo, di squisita ma sobria eleganza artistica sono ora solo testimoni di attività desuete. Ognuna, tuttavia, con il suo ineguagliabile gorgoglio, racconta ancora qualcosa: una storia …una fiaba …un suono …un sapere …un mestiere.

Ecomuseo alle Fonti - Sorgenti e erbe dei nostri monti

Lunedì 4 luglio ore 15.00 – 19.00

Peio Fonti – Piazzetta delle Terme e dintorni

“Comic Terme tour e dintorni” visita guidata semiseria alle peculiarità di Peio Fonti: terme, sorgenti, Albergo Zanella e centralina storica, alla Chiesa di San Camillo.

In piazza aziende agricole con erbe officinali, degustazione di tisane, laboratori per grandi e piccini, gli strauben del coro parrocchiale e farà da contorno un mercatino di prodotti locali, di hobbistica e artigianato.

 

Locandina.pdf

 

Giornata del Paesaggio

Sagra di Sant’Antonio

Domenica 19 giugno

Strombiano - piazzetta

Mattinata di lavoro comunitario con recupero di terreni agricoli, allestimento Orto

dei Semplici, manutenzione sentieri

ore 13.00 Pranzo nella Piazzetta di Strombiano

ore 14.30 Escursione lungo il Sentiero LINUM

ore 17.00 S. Messa e processione accompagnata

dal Coro Parrocchiale Cogolo-Celentino

 

Charte de regola...roba de tuti, anca mea

Sabato 18 giugno ore 21.00

Strombiano - Piazzetta anfiteatro

Spettacolo della Compagnia Laboratorio “Un Paese nelle Nuvole”

regia di Maria Teresa Dalla Torre

ASUC Celentino

Il paesaggio nei beni collettivi

Venerdì 17 giugno ore 21.00

Celentino   - Casa dell’Ecomuseo

Serata informativa, con la partecipazione di: Carlo Daldoss, Giovanni Kezich, Pietro Nervi

Locandina.pdf

 

Festa di primavera

Domenica 1 maggio

Cogolo - Comasine

Giornata tra cultura e natura: Passeggiata da Cogolo a Comasine, visite guidate alle chiese di San Matteo e di Santa Lucia, merenda comunitaria al Circolo Matteotti